Aiuta Charlotte

Un piccolo gesto di riconoscenza verso una persona che ha dedicato tutta la sua vita agli altri

Charlotte Gerson and Margret Straus
Charlotte Gerson con la figlia Margaret Straus

Charlotte, negli ultimi anni è stata vittima di due cadute. Dalla prima è guarita meravigliosamente, non si può dire però altrettanto della seconda.

Adesso non ha più dolore ma necessita di assistenza continua.

Dieta vegetariana e cura del cancro. Intervista a Charlotte Gerson Dieta vegetariana e cura del cancro. Intervista a Charlotte Gerson

Se pensate di aver tratto giovamento dai suoi insegnamenti e volete esserle d'aiuto, potete fare una donazione al seguente link:

Help for Charlotte - pagina web in versione italiana

Chi è Charlotte Gerson

La lunga e variegata vita di Charlotte ha inizio nella piccola città di Bielefeld, in Westfalia, dove, insieme ai suoi genitori e le due sorelle maggiori, viveva pacificamente dopo gli sconvolgimenti della Prima Guerra Mondiale. La ricerca e le scoperte del padre nel campo della nutrizione avevano coinvolto solo in rare occasioni la bella bambina, allorquando veniva chiamata, con le guance ancora arrossate per l'affanno del gioco, con lo scopo di dimostrare ai pazienti scettici che si poteva godere di buona salute anche senza mangiare salsicce, e torte alla panna.

Il contatto con i pazienti malati di tubercolosi del padre le procurò un' infezione ossea, che Max Gerson guarì con il suo grande metodo e, da quel momento, la sua vita non fu più in pericolo.

Vengono poco compresi al di fuori della sua famiglia lo stress e la paura vissuti da Charlotte e dalle sue sorelle con l'inizio del nazismo e la fuga in Europa: prima da Berlino a Vienna, poi da Vienna a Parigi e Londra, infine attraverso l'Atlantico per gli Stati Uniti. Si possono seguire questi movimenti su una mappa, ma come possano avere influito su di una bambina di undici anni, costretta a cambiare scuola, imparare due nuove lingue e sedersi, con la sola seconda elementare, su sedie fatte per studenti più piccoli di lei, questo è veramente difficile da trasmettere.

Mobili costantemente in deposito, il padre alla ricerca di possibili rifugi per la famiglia e riconoscimento per il proprio lavoro, la madre sola a portare il fardello dei traslochi e dell'educazione delle figlie.

Charlotte spesso raccontava come l'insegnante annunciò alla classe la sua partenza da Londra il giorno dell' abdicazione del re Edoardo VII. Un' assemblea speciale fu convocata nella sua scuola per dichiarare solennemente che il Re aveva abdicato. "E oggi, anche Charlotte Gerson ci lascia!".

Quando finalmente la famiglia si stabilì a New York, Charlotte frequentò il liceo e successivamente lo Smith College.

Si sposò giovane, con un bel fotografo, Irwin Straus, la cui famiglia era anch'essa in fuga dalla Persecuzione. Presto diventò la moglie di un soldato, visto che nel 1941, un giorno dopo l’attacco a Pearl Harbor, Irwin si arruolò. Lei lo seguì attraverso i campi di addestramento di base ed ebbe la sua prima esperienza di parlare in pubblico davanti al gruppo delle mogli dei soldati, raccontando le sue vicissitudini e facendo un quadro dell'Europa di Hitler.

Howard nacque nel 1943, mentre il padre era ancora nell’esercito, e Margaret (Peggy), che prende il nome dalla moglie di Max Gerson, nel 1947. Nel dopoguerra, Charlotte e suo marito aprirono, assieme, un’azienda, ma Charlotte non smise mai di studiare l'applicazione della terapia del padre. Il fine settimana si recava alla clinica nello stato di New York, facendo visite ai pazienti insieme al medico e assistendolo in molti modi. Charlotte amava leggere le riviste mediche che trovava nel suo ufficio. Questa è stata sempre la sua vera passione.

Il Dr. Gerson morì appena un anno dopo la pubblicazione di A Cancer Therapy – Results of 50 Cases. (Una terapia per il tumore - Risultati di 50 casi). Charlotte continuò a ristampare il suo libro e quando fu conosciuto nell'ambito delle organizzazioni dedite alla ricerca di tecniche alternative, le venne chiesto di partecipare a convegni sulla salute per esporre il messaggio del padre. Le sue conferenze divennero famose, la sua passione e convinzione le conferirono il dono di trasmettere ad un pubblico non medico la logica e la potenza del meraviglioso lavoro del padre.

A metà degli anni settanta Charlotte insieme a Norman Fritz fondarono l'Istituto Gerson. All'inizio, si occupavano senza alcun aiuto di scrivere, stampare, spedire gli annunci, le testimonianze e gli appelli, viaggiare per convegni, pubblicare e vendere i libri del dottor Gerson e parlare incessantemente al telefono a pazienti e operatori.

Charlotte si impegnò anche nell'organizzare collaborazioni con medici, prima a Los Angeles, poi a South Bend, Indiana, infine, in varie località del Messico. La sua fama di relatrice la fece diventare una figura familiare a convegni dedicati alla salute per associazioni quali:

  • The Cancer Control Society
  • The National Health Federation
  • The Modern Manna Group
  • The Consumer Health Organization of Canada

e molte altre organizzazioni private. Da oltre 30 anni, Charlotte fa da guida a medici abilitati ad applicare la terapia Gerson presso gli Ospedali messicani. Inizialmente si recava alla clinica tutti i giorni, poi due volte la settimana, offrendo instancabilmente la sua vitalità ed energia a pazienti spaventati e sofferenti, aiutandoli in questo modo a raggiungere risultati incredibili.

Nel 1996 Charlotte si ritirò dalla carica di Presidente dell'Istituto Gerson, limitando la sua attività alle sole consulenze private, all' insegnamento, e alla partecipazione a conferenze. Ha tenuto una conferenza davanti al gruppo "Natural Health" presso il Parlamento britannico, la Wolfgang Goethe University di Francoforte, e l'Università di Londra; in varie sedi universitarie, collegi naturopati irlandesi e italiani.

Charlotte ha scritto incessantemente in merito ai più svariati temi riguardanti la terapia Gerson, la salute in generale e la guarigione. Ha regolarmente contribuito alla Gerson Institute Healing Newsletter e i suoi articoli sono stati ristampati su riviste di tutto il mondo.

Nel 2002, ha pubblicato una serie di nove "libretti", rispondendo alla richiesta del pubblico di avere testimonianze monografiche raggruppate per tipologie diverse di cancro. Questi opuscoli sono composti ciascuno da circa 35 pagine, si intitolano “Guarigione con la Terapia Gerson dal...”

[nome del cancro]”. Sono molto popolari poiché ciascuno di essi racconta dettagliatamente una dozzina di guarigioni di pazienti affetti da tumore.

Charlotte ha partecipato a tre eccellenti DVD di Stephen Kroschel nei quali il regista descrive la terapia Gerson mostrando la guarigione di diversi pazienti. Il primo, “The Gerson Miracle” ha vinto il primo premio al Festival di Beverly Hills nel 2004, il secondo, “Dying to Have Known” - Se solo avessimo saputo…", raccoglie le affermazioni degli accusatori e dei detrattori della terapia e le testimonianze di chirurghi, professori, pazienti ex terminali, trattati e guariti con la terapia Gerson . L'ultimo film uscito è stato "The Beautiful Truth" (2008).

Il libro di Charlotte, Guarire con il Metodo Gerson. Come Sconfiggere il cancro e le altre malattie croniche, scritto in collaborazione con Beata Bishop, è uscito nel mese di agosto del 2007. Si tratta di una nuova edizione, in uno stile eccellente, leggibile e facilmente utilizzabile per l'autoguarigione.

Contiene inoltre quasi 100 pagine di ricette stile Gerson. Il libro è stato tradotto in 12 lingue, e altre quattro traduzioni sono in programma per il 2015.

Ha inoltre pubblicato Guarire il diabete con la Terapia Gerson, Guarire l'artrite con la Terapia Gerson e Guarire l' ipertensione con la Terapia Gerson.

Fino all'età di novantadue anni, Charlotte ha continuato a visitare i pazienti una volta a settimana presso la clinica in Messico tenendo lezioni e rispondendo alle domande. E' sempre stata accolta con entusiasmo da tutti e la sua meravigliosa energia è ancora oggi in grado di ispirare e di infondere speranza nella guarigione.

Charlotte è ora definitivamente in pensione. Dopo una secondo grave caduta durante l'estate del 2014, non ha più recuperato la capacità di camminare senza assistenza, e anche se è senza dolore, e di buon umore, purtroppo non è più in grado di fare il lavoro che ha sempre amato. Legge ancora lettere e può ascoltare le parole delle persone che si trovano ad affrontare coraggiosamente le prove e le soddisfazioni ottenute dalla guarigione seguendo le direttive della Terapia Gerson.

Charlotte Gerson, la figlia Margaret Straus e la nipote Francesca Dego
Charlotte Gerson, la figlia Margaret Straus e la nipote Francesca Dego

Perchè abbiamo bisogno del vostro aiuto?

Molte persone pensano che Charlotte, essendo famosa, abbia un reddito importante.

Purtroppo questo è ben lontano dall'essere vero!

L'Istituto Gerson è un' organizzazione senza scopo di lucro e non le appartiene, inoltre non può, per legge, contribuire in nessun modo alle sue cure. (ricordiamo che negli Stati Uniti esiste una severa legge sul conflittto di interesse).

Neppure le Cliniche Gerson le appartengono. Esse sono state aperte da medici e lei non può ricevere alcun reddito dalla loro attività.

Howard Straus (suo figlio) edita i suoi libri, ma da solo non è in grado di sostenere la totalità delle spese mediche della madre.

L'unico reddito di Charlotte deriva dalla sicurezza sociale che, però, copre circa solo un quinto delle sue spese di assistenza mensili.

I suoi risparmi - e i risparmi della sua famiglia - sono stati, di conseguenza, prosciugati.

Ma Charlotte ha fatto moltissimo per tutti noi. E' soprattutto grazie a lei se la terapia Gerson ancora ci ispira, ci sostiene, ci guarisce.

Charlotte, attraverso il suo intuito e la sua esperienza, ha salvato dalla morte migliaia di vite umane e contribuito a migliorarare le condizioni di salute di una moltitudine di persone, anche grazie al libro da lei scritto.

I suoi consigli e aiuti sono stati per anni e ancor oggi, gratuiti per tutti.

Vi preghiamo di aiutarci a garantire in maniera stabile le cure di Charlotte.

La sua condizione generale è praticamente invariata, almeno per quanto riguarda l'aspetto dell'autosufficienza e lei, purtroppo, avrà bisogno di assistenza per il resto della sua vita.

È ora di contraccambiare...

Grazie ancora a coloro che hanno aiutato Charlotte e a chiunque potrà essere in grado di fare una piccola donazione mensile.

Margaret Straus

Charlotte Gerson - intervista dopo la ripresa dalla prima frattura all'anca Dieta vegetariana e cura del cancro. Intervista a Charlotte Gerson

Seguici

Per mantenervi aggiornati ovunque.

Seguici

Per mantenervi aggiornati ovunque.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy